logo Unicef logo Unicef

A TONGA UNA CATASTROFE SENZA PRECEDENTI

L’eruzione del vulcano sottomarino Hunga che il 17 gennaio scorso ha colpito le isole di Tonga, nell’oceano Pacifico meridionale, ha impressionato il mondo intero: una forza pari a 500 volte le bombe atomiche sganciate a Hiroshima durante la Seconda guerra mondiale.

Inimmaginabile! Eppure è successo.

Nell’arcipelago vivono circa 105.000 persone. Alcune isole, con le loro case, sono state letteralmente spazzate via. Non c’è ancora certezza sul numero delle vittime, ma si teme il peggio per chi è sopravvissuto, perché ogni fonte d’acqua è stata contaminata e il rischio di epidemie legate al suo consumo è altissimo.

Al momento è difficile comunicare con chi è sopravvissuto perché ogni linea di comunicazione, a parte i telefoni satellitari, è saltata.

Nonostante queste difficoltà, l'UNICEF ha messo in moto una prima risposta basata sulle informazioni disponibili e ha inviato sul posto ingenti forniture d’emergenza per i servizi idrici e igienico-sanitari, ma anche medicine e materiale sanitario, alimenti proteici e kit ricreativi.

AIUTACI A SALVARE I BAMBINI E LE FAMIGLIE DI TONGA
Contiamo su di te.

Condividi su